mercoledì, dicembre 10, 2014

Giochi d'una volta

Palla prigioniera


Nel campetto dietro casa, amato da tutti i bambini del circondario, nei lunghi pomeriggi d'estate si giocava "intensamente" dimentichi di tutto, decisi solo a giocare!
Palla prigioniera era uno dei giochi:
Il gioco si svolge in un campo in cui a ciascuna estremità viene tracciata una linea che rappresenta il campo dei prigionieri. Ogni squadra si dispone nella rispettive metà del campo. Il possesso della palla,all’inizio del gioco, viene assegnato mediante sorteggio o conta. Un giocatore della squadra che è in possesso della palla deve colpire un qualsiasi avversario lanciandogli direttamente addosso la palla, senza oltrepassare la linea di metà campo.
Chi viene colpito dalla palla può cercare di afferrarla al volo senza farla cadere a terra:se ci riesce non verrà fatto prigioniero, altrimenti dovrà andare nel campo dei prigionieri della squadra avversaria. Se la palla arriva nel campo dei prigionieri, questi possono prenderla e cercare di colpire un avversario per liberarsi e tornare dai propri compagni. Chi è colpito da un prigioniero diventa a sua volta prigioniero. Vince la squadra che per prima fa prigionieri tutti gli avversari.

2 commenti:

valeria rachiele ha detto...

Ci ho giocato tantissimo a scuola, anche se non ne serbo un gran ricordo per una pallonata in pieno stomaco lanciatami da un "caro" compagno...

Anna-Marina ha detto...

Premessa: a scuola, in atrio, non si può giocare con la palla. Quest'anno sto insegnando ai bambini tutti i giochi di una volta: scalone (qui lo chiamano campanon) fatto; 4 cantoni fatto; palla rinoceronte fatto, pista coperchietti fatto; figurine fatto. L'altra mattina le classi erano in uscita e (chissenefregadelleregole!) ho insegnato loro palla prigioniera: UN SUCCESSO!!!