martedì, gennaio 08, 2008

Camilleri

Ho letto "Voi non sapete" di Camilleri. Mi è piaciuto molto, l'ho trovato molto diverso da tutti gli altri che ho letto, nei quali Camilleri non ha quasi mai toccato il tema della mafia.
Mi ha appassionato, mi ha preso per mano e condotto passo dopo passo a scoprire l'alfabeto del boss dei boss, con il quale egli comunicava con tutta la sua organizzazione.
Malgrado Camilleri non dimentichi il gusto per la battuta e per il paradosso, questa volta il suo libro è pervaso da un diffuso senso di allarme e da un forte sentimento di onestà.
Mi piace trascrivere un pezzo che mi è piaciuto e mi ha fatto sorridere e ricordare l'ironia tutta siciliana che conosco ed apprezzo.

..."Un contadino di Nicosia aveva nella vigna un pero che no faceva fiori frutti, per quanto quello stesse a curarlo, potandolo e innestandolo. Dopo qualche anno di inutile attesa il contadino si stufò, pigliò l'accetta e dei rami ne fece legna da ardere. il tronco invece lo lasciò dov'era, all'acqua e al sole. Ora, fagliando nella Chiesa una statua del Cristo, quel tronco parve giusto giusto allo scultore appositamente ingaggiato. Il nicosiano gli dette il permesso di segarlo alla base e portarselo via. Lo scultore era bravo assai e la statua di Cristo, artisticamente intagliata, dentro la chiesa fece bellissimo vedere, tanto che tutti i fedeli si fecero persuasi che un Cristo così e somigliante non poteva non essere miracoloso. Un brutto giorno al nicosiano si ammalò gravemente il figlio e il contadino si precipitò in chiesa e cominciò a pregare rivolto alla statua: "Ricordati che io, quando eri pero, ti ho coltivato e fatto crescere, sono sempre stato io a portarti vi ai rami , io ad avere la bella pensata di lasciarti in mezzo al campo , io a cederti allo scultore. Insomma, se non era per me tu Cristo non lo saresti mai diventato, saresti rimasto un pero sterile come tanti ce ne sono stati da queste parti." Il Cristo non faceva zinga di ascoltare quelle preghiere, anzi pareva farsi sempre più distaccato via via che il poveretto lo supplicava. Finchè al nicosiano vennero a dirgli che smettesse di pregare: suo figlio era morto. "Ahi" gridò allora battendosi la coscia "pero, non facesti mai pere e Cristo, manco fai miracoli!".

2 commenti:

valeria ha detto...

mamma mia... ironico si, ma anche un pò cinico però! bacini V.

mammaMarina ha detto...

Beh, se i nostri ulivi continuano a non dare frutti, possiamo farci 200 e passa Cristi, però (e non pero) li vendiamo, almeno ci guadagnamo qualcosa....
Camilleri insegna!