mercoledì, giugno 12, 2013

si diceva, si fa

C'è olio e olio

"A ben condire l'insalata ci vuole un avaro per l'aceto, un giusto per il sale e uno strambo per l'olio".

Le insalate si possono condire con l'olio extravergine d'oliva o con l'olio extravergine di sesamo, poveri dei grassi saturi nocivi alla salute (14,45% olio d'oliva, 13,15 % sesamo).
L'olio di sesamo, ricco dei benefici grassi polinsaturi (45,2 %), riduce la pressione alta e contrasta la degenerazione celebrale.

3 commenti:

Soffio ha detto...

consumo olio extra vergine comprato ad hoc anche se ormai trovarlo spremuto a freddo é molto difficile

valeria ha detto...

Voglio l'olio di sesamo!

Anna-Marina ha detto...

Vada per l'olio di sesamo! Comunque, il sale io non lo metto affatto!