giovedì, aprile 15, 2010

L'incomprensibile protesta delle mamme contro chi permette ad alcuni bambini di usare la mensa

"Mamme di Adro contro il donatore: «Ingiusto per chi paga la retta". La protesta delle mamme di Adro contro colui che ha pagato per chi non poteva pagare la retta della mensa dei bambini mi ha fatto rabbrividire. "Non è giusto per chi paga". Un concetto di "giustizia" squallido che uccide la solidarietà, la fratellanza, l'amore, come va di moda dire oggi. A queste dolci mamme non disturbava che il vicino del proprio figlio, che non aveva potuto pagare la retta, stesse lì a guardare a digiuno il proprio figlio che pranzava. Ha disturbato invece il fatto che un privato (non il Comune, non la Parrocchia, non il sindacato, ecc.) compisse un atto di umanità che, si badi bene, nulla toglieva alle dolci mamme, ma che consentiva, a chi non poteva di essere come gli altri, di non essere emarginato.

Non credevo che si potessero raggiungere tali livelli di egoismo, di invidia, di disumanità. Le dolci mamme dovevano essere liete per la soluzione di un problema mortificante per l'intera comunità, invece... Come si fa a credere nell'uomo?

Giuseppe Alù


(da Il Gazzettino" del 14 aprile 2010)
 

7 commenti:

Aliza ha detto...

dentro l'animo umano c'è il bene ed il male...nessuno ha solo bene o solo male. Coscienti di questo gli educatori a tutti i livelli genitori prima e per la gran parte e poi insegnanti e catechisti cercano di educare cioè far emergere il buono: la generosità la benevolenza. Di conseguenza arginare e controllare altri istinti meno nobili che ci abbruttiscono: l'egoismo, l'invidia, la maldicenza e il disprezzo dell'altro magari perchè è povero, straniero, ecc. ecc.
Guardando la nostra società possiamo dire che "l'Educazione" viene ancora stimata e incoraggiata?? non sono più di moda i modelli trasgressivi?? allora una persona non si vergogna di mostrare il suo egoismo, la sua invidia, il suo lato peggiore...
le persone educate appaiono deboli,
i maleducati sembrano forti e vincenti...ma solo una persona educata e per ciò "nobile" ha potuto fare il gesto di pagare la mensa e in forma anonima poi...questa persona ha saputo tirare fuori il buono da se e ci ha nobilitati tutti. Ha risollevato l'immagine dell'uomo, aggiungerei del nord-est, che purtroppo si vanta di essere un duro, un egoista ed è un po' cafone!! dico io...
ciao Trilly è un po' uno sfogo perchè ci soffro a vedere l'educazione e la cortesia buttate alle ortiche.

Angelo azzurro ha detto...

Avrei molto da dire su queste nuove generazioni di mamme!!! Mi trattengo per educazione, ma sono molto arrabbiata. Egoismo puro, solidarietà zero: ecco come educheranno anche i loro figli. E' una vergogna!

trillina ha detto...

Aliza: ti do ragione a tutto campo e condivido il tuo sfogo

trillina ha detto...

Angelo Azzurro: hai dimenticato stupidità e superficialità, purtroppo!

duhangst ha detto...

Io non ho parole..
Le mamme protestano.. Una volta le mamme erano di tutti i bambini, se avevi un problema trovavi sempre una mamma che ti aiutava se la tua non era presente..
Finiremo molto male..

mammaMarina ha detto...

Bene ti dirò che nella nostra scuola alle h 9 di ogni mattina passa il collaboratore che raccoglie i buoni e trascrive il n. dei pasti. FINE! Se i buoni sono in numero inferiore, comunque tutti mangiano e nessuno può risalire a chi abbia dimenticato di pagare. Ma dev'essere di moda prendersela con i bambini: ora chi non ha pagato la retta non sale sullo scuola-bus. E chi sorveglia i bambini rimasti a terra?

trillina ha detto...

Già, con chi sono rimasti quei bambini? Se fossi uno di quei genitori credo che mi rivolgerei all'autorità giudiziaria.